martedì 18 febbraio 2014

Bolivia: LaScIaRsI aNdArE ...

Vuoi vedere che è così! Che dovevi passare di lì, che fidarsi è sfasciare le regole
e LaScIaRsI aNdArE!

Il tempo scorre veloce e io devo ancora salutare un sacco di gente che in questi anni ha colorato e dato sapore alla mia straordinaria ordinarietà.
Man mano si entra nelle fitte trame dell’intricato progetto boliviano e c’è sempre più la voglia di partire per andare a toccare con mano, per capire cosa si andrà a fare giù, chi incontreremo, quali mirabolanti avventure ci aspettano e quali assurde tradizioni leggeremo con occhi sbalorditi e incerti.

La cosa interessante è che questa parte della mia vita, questo oggi, qui e ora, pare come uno stop che mi chiede di fermarmi e guardare indietro per volgere lo sguardo e il cuore verso tutto ciò che è stato.
“Sono parte di tutto ciò che ho incontrato” questa è per me una grande verità, un punto sul quale fermarmi, sostare e … ripartire! Pronta a ri-costruire un qualcosa di altro, di nuovo, di sconosciuto, portando nello zaino la mia storia, la donna che sto diventando, la persona che sono chiamata ad essere.
Non posso che essere grata per quello che sto vivendo ora e per tutte le persone che mi stanno dimostrando un affetto che le mie piccole braccia non riescono a racchiudere tutto insieme.. che le mie minute mani fanno scorrere tra le dita con sorpresa ed entusiasmo!

Affascinante è vedere come le nostre azioni abbiamo delle risposte a catena tra le persone che ci circondano, qualcosa si smuove, si genera energia, si genera quasi una danza alla quale ciascuno partecipa a modo proprio, chi con il silenzio, chi con un abbraccio, chi con le lacrime, chi indietreggiando, chi mascherando, chi saltando e facendo un caos assordante, chi con invadenza, chi invece lascia lo spazio per muoversi più liberamente.
E in questa danza decido di starci fino a che lunedì non salirò sull'aereo che mi porterà verso nuove sensazioni.
Zaino in spalla e via, sempre in cammino, sempre in movimento, sempre verso una direzione, con in tasca desideri, emozioni, paure, incertezze, curiosità, ingenuità … Peregrinando nel mondo al motto di Ultreya y suseya! Sempre più avanti sempre più in alto!

Cri Cri

7 commenti:

  1. De Lillo, sono fiera di te... il mio cuore è con te nel tuo zaino! Un beso ;)

    RispondiElimina
  2. Sei un broccolo curioso e carota ti stima! :)

    RispondiElimina
  3. Grande la nostra Cri, ti voglio bene!!!
    p.s. Carota: ma quanto mi hai fatto piangere domenica???? Broccolo mi ha fatto leggere il quaderno
    Ste

    RispondiElimina
  4. Marica Montella22 febbraio 2014 16:54

    Ma quanto ti ammiro Cric Croc!!! ;) non vedo l'ora di immaginarti e seguirti leggendo le tue parole da questo blog..

    Un abbraccione

    Buona avventura amica mia!!

    RispondiElimina
  5. Grazie Cri x quello che stai facendo e tutto ciò che ti porti in cuore.
    Ti vogliamo bene, sei nelle mie preghiere, Pino Nicolai

    RispondiElimina
  6. Tanti auguri per la tua nuova avventura. Se siamo delle matite nelle mani di Dio, con te sta disegnando una grandissima opera d'arte ;-)

    RispondiElimina
  7. Sei un mito! Orgogliosa di te :-) un abbraccione ...

    RispondiElimina